venerdì 5 ottobre 2012

Buongiorno Inerzia



Per arrivare all'alba non c'è altra via che la notte. (Kahlil Gibran)

Sì, sto male perchè la mia vita è senza scopo, non ho un obiettivo da raggiungere, in poche parole non so che farmene. Lo ammetto finalmente.
Finchè ti trascini verso la scuola ogni santa mattina e fai il conteggio di quanto manchi alla rinascita, hai la presunzione di chiamarti vivo. E quando infine entri nel dorato mondo della disoccupazione, ecco. Arrivi perfino a detestare l'infinito giocare a nascondino del sole, l'alba della medesima giornata, come ieri e come domani. Ti domandi cosa ci trovi la gente comune di questa monotonia ripugnante ed in fondo anche tu potresti sentire di non esserne mai completamente sazio. Anche la morte è un evento naturale e soprattutto monotono. Che cosa cambia uccidersi questa mattina o la settimana prossima? Nulla si aggiunge né la minima mancanza viene notata.
Rimango ancora un po' distesa a fissare il biancore del soffitto, avvolta fino al mento dalle lenzuola, mio riparo dai rigurgiti del mondo. Al resto, me inclusa, penserò domani.
Buongiorno Inerzia.

2 commenti:

  1. se non fossi tu queste bellissime parole mi preoccuperebbero.. ma tu... tu risorgi sempre dalle tue ceneri... lo farai anche alzandoti da lì..

    RispondiElimina