domenica 30 dicembre 2012

Felice anno nuovo

Qui chiudo ed archivio l'anno 2012 semplicemente in questo modo, senza la preoccupazione di passare in rassegna dodici lunghi mesi che domani notte si concluderanno per buona parte del mondo. Credo che il mio 2012 possa trovare riassunto in questo post e nulla più. L'ennesima annata tediosa, monotona e ripugnante, di cui graverà il peso sulle spalle per un tempo imprecisato. Non butto fango sui microscopici traguardi effettuati, ossia perdere sei chili e conoscere lui, che sapranno aiutarmi più in là ad identificare il mio 2012, a farmi quasi dire sì, l'ho vissuto. Il resto altro non è che una lotta quotidiana coi miei demoni, spesso persa piangendo con la sola compagnia del computer o della 66 cl di birra. Dimenticavo, per merito suo ho smesso di portarmi la bottiglia alle labbra in quei momenti di malessere insostenibile. Non riesco nemmeno più ad apprezzarne il sapore. Non ho la più pallida idea di come possa esserci riuscito, con me che ho assaggiato il primo sorso d'alcol a 4 anni, ed è imbarazzante non sapere come dirgli grazie.
Il 2012 è anche l'anno della presa di coscienza che qualcosa non andava e il tentativo di reagire, non soltanto sfogando rabbia e male di vivere con il pianto, ma anche attaverso un aiuto farmacologico. E' ancora presto per parlare di guarigione ma ho quasi abbandonato l'idea di suicidarmi, per quanto sia affascinante. Ed è a dir poco incredibile, quando tralasci le tue passioni per innalzare un altarino alla depressione, o quando giorno dopo giorno la tua vita non muta di una virgola e tu senza fiatare ti fai posto nella "generazione senza speranza".
Concludo con un sincero grazie ad ognuno di voi. Alla mia famiglia che nonostante tutto non cesserà di darmi il suo amore incondizionato, ai miei amici reali e virtuali che mi sostengono ed accendono una luce nei momenti bui della mia esistenza, ai miei gatti per tenermi compagnia, a chi ha scoperto da poco questo blog e a chi è un lettore affezionato. E auguri di buon anno anche a te che stai leggendo.




-Mentre scrivo mi avvisano della scomparsa di Rita Levi Montalcini. Riposa in pace grande donna.-

4 commenti:

  1. Tantissimi auguri a te, che l'anno nuovo ti porti tanta serenità, un abbraccio!

    RispondiElimina
  2. Auguri Fede, sono sicuro che il 2013 sarà migliore di questo arrivato agli sgoccioli, sei stata in gamba e domani lo sarai ancor di più.
    Un abbraccio, ciao.

    RispondiElimina
  3. Auguri a te, vediamo di rendere questo 2013 memorabile come ti ho già detto in privato, e ci tengo, quindi se ci tengo io dovrai pensarci anche tu, no? XD Per Montalcini... mi spiace, ma aveva anche 103 anni, per una volta una persona per bene ha vissuto parecchi anni, questo mi ha dato un altro filo di speranza... ^^

    RispondiElimina
  4. un pensiero, un augurio... e un bacio.

    RispondiElimina