giovedì 11 luglio 2013

Fallo per lui

Mi ero fatta mille promesse sul non ricadere nelle trappole tese dagli uomini, ed invece mi rendo conto di essere troppo altruista quando il soggetto fa parte dell'altra metà del cielo. Perfettamente conscia di non essere innamorata (e nel caso incrocio tutte e venti le dita) e del disamore nei confronti di me stessa sempre a livelli abbastanza alti, dopo un esamino di coscienza sola sotto le coperte ho deciso di farlo prettamente per lui. Non mi è mai capitato di sentirmi sexy e desiderabile e, a dispetto dei tempi che corrono dove non è più un luogo comune che la donna è sufficiente che respiri, voglio raggiungere quei 60 kg posti in cima alla wishlist. Lo voglio in primo luogo per lui che mi ha fatto abbandonare la bottiglia. Sia chiaro che non me l'ha ordinato ma sono stata io che con pochissimo sforzo, così come avevo trovato questo anestetico, l'ho eliminato dal quasi quotidiano (ma il fine settimana era diventato una regola). Ho venticinque anni, mi son detta, non posso annegare il malumore nell'alcol perchè è l'unico sistema alla mia portata. Non ho l'età o la condizione sociale per permettere di autodistruggermi. Era giunto quel momento dove la sofferenza d'amore aveva ceduto il posto all'apatia generale, pur avendo già sofferto il 'giusto' continuavo a perpetuare un dolore nel frattempo elaborato e cicatrizzato perchè ormai non conoscevo vita senza di esso.
E venendo quindi a lui, di cui già ho parlato in passato, dopo che probabilmente non avrò ancora compreso di quale pasta siano fatti gli uomini e non avrò sufficiente esperienza con loro pur essendoci cresciuta in mezzo, sento che il mio è un regalo meritato. Anche se non stiamo ancora insieme per via dei circa 300 km che ci separano, ho bell'è capito che facendo leva solo sulla mia persona mi perdo d'animo rapidamente, per cui mi impongo cibi tabù e persisto nel frequentare la palestra per due vite. Ho da soddisfare il bisogno di sentirmi appagata in questa pelle, percepire occhi di desiderio posarsi su di me e non di scherno come è piena la mia infanzia. Dico nuovamente basta, ma questa volta l'obiettivo è a poche cifre dalla sua conquista. Mi auguro che lui non si senta 'usato' per questo scopo, ambendo ad altri più intimi...
Fabbrico questo dono nella miglior maniera possibile, e tutto ciò per te.

Il guadagno non è solo estetico!

3 commenti:

  1. Non ci sono speranze. Io mi sono arreso.

    RispondiElimina
  2. Lumi cara , tutte le cose risultano giuste anche se poi non lo sono quando vengono fatte d'istinto e a favore della nostra volontà...continua così amica mia..non hai nulla da perdere!!!:::)))

    RispondiElimina
  3. Devi fare le cose che senti di fare... per te, non per gli altri... anche se gli altri sono importanti, possno solo essere una spinta... non devi pensare di fare le cose per gli altri, io mi sono rovinato anni per questo motivo, vedilo come una piccola spinta verso la tua rinascita, non come il motivo della tua rinascita... perchè se dovesse andare via e spero di no, tornerai come all'inizio, nella otale disperazione, spero di essermi spiegato bene :-P

    RispondiElimina