venerdì 25 ottobre 2013

Festeggiate Halloween con il vostro micio nero

Ogni anno nella notte di Halloween vengono sacrificati da gruppi di «satanisti fai da te, esoterici da strapazzo ed altri imbecilli migliaia di gatti neri uccisi in nome di un non ben definito rito della magia nella notte delle streghe». A renderlo noto è il sito dell'Aidaa, associazione italiana difesa animali ed ambiente.

I luoghi dei riti
Come ogni anno anche quest'anno l'associazione italiana difesa animali ed ambiente organizzerà per la notte di Halloween delle ronde che vedranno impegnati centinaia di volontari che pattuglieranno le zone dove avvengono sacrifici nella notte delle streghe, si tratta di cimiteri, ex chiese sconsacrate, boschi ed altri luoghi appartati. Secondo una stima presa dalle segnalazioni delle sparizioni e dei rapimenti di gatti neri, ogni anno sono almeno 35.000 i gatti neri che vengono uccisi, di questi una buona parte per la realizzazione delle pellicce, mentre alcune migliaia vengono sacrificati nella notte di Halloween ed in altre notti del solstizio d'estate e d'autunno (festa questa celebrata anche dalle sette massoniche esoteriche). L'invito a tutti in questi giorni è di controllare i propri gatti neri, senza farsi prendere da isterismi e a denunciare immediatamente le sparizioni anche attraverso il nostro portale: emergenzamici@libero.it.

L'Umbria codice rosso
Secondo Lorenzo Croce, presidente dell'associazione animalista Aidaa le zone italiane più a rischio sono il Piemonte, il varesotto, la zona a cavallo tra Viterbo e Roma, Terni e Perugia «dove lo scorso anno - ha spiegato Croce all'Adnkronos e pubblicato dal Messaggero - abbiamo beccato un gruppo che faceva un rito esoterico dentro una chiesa sconsacrata».

Gatti mangiati
«In Italia si mangiano ancora migliaia di gatti», rende noto ancora l'Aidaa, tramite l'agenzia di stampa AdnKronos che segnala come, l'ultimo dato relativo al 2011 parla di circa 6.000 gatti mangiati in Italia, «e non solo per effetto della crisi»: «Si tratta di un'abitudine legata non alla necessità ma alla tradizione culturale di alcune zone d'Italia del centro nord, soprattutto nell'est della Lombardia, in Emilia Romagna e nell'ovest del Veneto».

Fonti:
http://aidaa-animaliambiente.blogspot.it/2013/10/gatti-neri-una-strage-annunciata.html
http://www.umbria24.it/gatti-neri-sacrificati-nei-riti-della-magia-la-notte-di-halloween-tra-perugia-e-terni/223135.html

Come ogni anno, la mia resterà in casa al calduccio ed al riparo dall'ignoranza. E voi farete questo regalo al vostro amico? Spargete la voce, preveniamo queste inutili tragedie!

8 commenti:

  1. Ciao Lumi, mi permetto di segnalarti il mio post dello scorso anno proprio in merito a questo presunto "allarme"... io stessa, nel 2010, avevo dato credito a queste accuse di AIDAA (possibile che sia l'unica associazione a diffondere questa voce?)... ma non so fino a che punto ci sia da fidarsi. Ti lascio il link: http://www.rumoredifusa.blogspot.it/2012/10/gatti-neri-e-halloween-unaltra-piu.html

    RispondiElimina
  2. Già lo sapevo e da padrona di tre gatti di casa e tre randagi, puoi ben capire come odi queste cose. Non dovrebbero venire uccisi ma in caso tenuti come compagni per terrorizzare i superstiziosi.

    RispondiElimina
  3. Poveri mici, quelli neri sono fantastici, speriamo finiscano queste barbarie. Buona serata!

    RispondiElimina
  4. Io ho una micia nera vecchissima, più altri nove gatti. Non posso nemmeno pensare che qualcuno faccia certe cose!
    Per fortuna i miei micioni non si allontanano da casa.

    RispondiElimina
  5. E come ogni anno ad Halloween gli idioti spuntano come funghi.
    Non sono i gatti neri a portare sfiga, ma gli uomini: neri, bianchi, rossi, gialli e blu che con quel poco di cervello che hanno, fanno queste cose.
    Ma queste persone devono stare attente e passare lontano da casa mia, ho cani molto grossi e abbastanza incazzosi.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. il mio gattino (anzi gattone) nero purtroppo sta sempre in casa da quando ci siamo trasferiti ma...stai tranquilla se così non fosse starei molto attenta che non gli accada nulla, soprattutto per via di credenze e gente così stupide e dannose.. ma vigilerò anche sui randagi e gatti liberi che vedo, che sono creature uniche, tutti i nostri mici neri (e non!)
    baci..

    RispondiElimina
  7. È davvero una buona cosa quella delle ronde! :)
    Cavolo, è impensabile quello fanno a dei poveri gatti ad Halloween! D:

    RispondiElimina