mercoledì 16 ottobre 2013

Il mio amore distrutto da un computer

[...] la stessa anima che seduce può procurare dolore. Infatti, quest'anima può anche essere nera con tutto il suo corollario di perversione, malvagità, sofferenza. E quest'anima nera è la più difficile da cogliere nelle chat, è il lupo che si traveste da agnello, è l'anima che ci fa innamorare per poi terribilmente deluderci. E' l'anima che con un colpo di mouse ci cancella dai suoi contatti. Nei casi estremi è l'anima del pervertito, del pedofilo, dello stupratore.
Ci si ritrova sulla chat, la volta successiva, a non raccontare più un amore, ma un fallimento, un tradimento, un'amara delusione.
Come ovviare a ciò? Con regole di buon senso.
Prestando particolare attenzione ai contatti in chat che s'instaurano durante periodi di particolare fragilità psicologica personale, quale in seguito a separazione, fine di una relazione, lutto e quant'altro.
Diffidando di un'immagine troppo perfetta che l'altro vuol fornire, consapevolmente o no.
Diffidando di un eccessivo entusiasmo che l'altro mostra nei vostri confronti, consapevolmente o meno.
 (Fonte)

Un'ex adolescente con problemi di peso poteva mai immaginare che la persona con cui interagiva sarebbe divenuta l'oggetto della sua ossessione? Quindici anni di differenza non sono pochi e comunque non in questa maniera intendeva vivere il primo amore.
Ma in un mondo di parole e lettere anche l'azione più banale come battere su una tastiera finisce inevitabilmente per contaminarsi di emozioni, che rimangono tali come di fronte ad un abbraccio o uno schiaffo. Anche se manca la fisicità mente e cuore non smettono mai di studiare e interpretare i nostri interlocutori. Potrete dire che sto delirando o che non è possibile senza conoscersi nel quotidiano ma credetemi, pensavo le medesime cose riguardo la frase "Non vivo senza di te". Ero quella che ne rideva prima di conoscere il dolore che la pronuncia.
Ho chiamato tutto ciò con il suo nome quando ho compreso che l'amore, a differenza della cotta, lascia segni. Prima di allora per me non era altro che una forte amicizia. Mi dava quell'affetto e quella comprensione che mi era sconosciuta, solo mio padre prima di lui, nel genere maschile, mi aveva trattata come un essere umano.
A questa persona mi sarei concessa carnalmente, la questione che fossi ancora vergine di colpo non era mai esistita perchè lui era quello giusto per il sesso e tutto il resto. Possibile innamorarsi così profondamente di qualcuno cui non hai mai stretto le mani, mai sentito la voce al telefono?
Quando poi pensò bene di allontanarsi progressivamente tutte le mie certezze mi si sgretolarono sotto i piedi, mi aveva ucciso. Le mie giornate proseguivano per inerzia, senza alcuna volontà, bagnate di lacrime e con la vana speranza di veder comparire l'angelo della morte che ponesse fine alla sofferenza. Oramai vivevo solo di pianti e un dolore indicibile per cui ero convinta che il cuore mi scoppiasse.

 
Il problema di molte donne è che si emozionano per un nonnulla. E poi lo sposano.
(Cher)

Ne sono uscita? Credo di si, non senza qualche cicatrice ma ho imparato che è possibile buttarsele alle spalle e ricominciare. Il tempo è davvero un grande guaritore, non è una teoria o una frase fatta!
Il ragazzo, questa volta più giovane, che mi vuole e a cui voglio un mare di bene ha dovuto faticare per conquistarsi la mia fiducia... ma siamo ben lontani dal parlare di amore.
Ignoro se mantengo ancora fede al giuramento di non innamorarmi più o se nel frattempo sono cresciuta e mi son fatta più razionale.

6 commenti:

  1. cara lumi... l'amore è un loop... e ci vuole pazienza... tanta.

    RispondiElimina
  2. Ti auguro che tutto prosegua al meglio.....non è perchè si cade dalla bicicletta che si smette di andarci ti pare? Buona serata :)

    RispondiElimina
  3. Ho 16 anni e solo adesso per la prima volta comincio a provare un'emozione diversa per una persona per me speciale... spero in bene!
    Mi spiace molto per te e ti auguro che questa nuova persona riesca a darti tanto di quell'amore da farti abbattere il muro di difesa che hai costruito.
    un abbraccio
    Xavier

    RispondiElimina
  4. Leggere questo tuo post è stato un po' un viaggio multidimensionale, dal reale, all'irreale, al passato negato..
    Ma ti dico subito: meno male mai avuto voglia di provare una chat..
    ma è possibile tutto quando vogliamo che lo sia, anche incosciamente..
    e poi ha ragione Cher..
    eh, sì..

    RispondiElimina
  5. Cara Lumi,
    sono passata per dirti che ho realizzato per te il divisore con la strega (e senza la scritta Happy Halloween).
    Spero ti piaccia!

    RispondiElimina
  6. Bel post Lumi! :)
    Sono davvero felice che tu adesso stia meglio!
    Ti auguro il meglio per il futuro, spero che tu possa innamorarti di nuovo ed essere ricambiata.
    Capisco che sarà difficile anche solo fidarti di una persona ma devi sapere che non sempre l'amore porta dolore.

    RispondiElimina