lunedì 21 ottobre 2013

Racconti di Halloween. Per non dormire questa notte

La notte di Halloween si avvicina inesorabile, e mentre cercavo un titolo che mi tenesse compagnia ecco che mi torna alla mente di averlo già. Non mi andavano le solite storie di fantasmi trite e ritrite, o romanzetti per ragazzi che tanto vanno di moda anche tra gli adulti. Che sanno essere belli, ma gli manca il segreto che tiene in vita una giornata come questa, ossia la paura. Il cinema moderno (dagli anni '80 in avanti) ci ha abituati a racconti truci e sanguinolenti per impressionare il pubblico eliminando l'ingrediente che porta a credere. I cosiddetti film dell'orrore sono talmente fantasiosi che pensare che certi episodi possano poi verificarsi nella realtà diventa pura utopia. Ammettendo che spesso la realtà supera l'immaginazione...
L'amore per questa festività pagana mi ha spinta ad acquistare questo libro lo scorso anno. Non un libraccio da edicola ma una raccolta di racconti scritti dagli autori più noti e maestri del genere, dal XVIII secolo ai giorni nostri, spartiti sotto quattro titoli inquietanti: il male, presenze, assenze, finale?.
Ma per cominciare finalmente a tremare, dalla paura o dall'orrore a seconda, occorre la giusta atmosfera. Come ben dice Marcello Fois nell'introduzione, meritevole di lettura anch'essa: "Leggere Poe di giorno o di notte cambia, e cambia anche leggerlo in un pomeriggio uggioso piuttosto che in riva al mare mentre ci si arrostisce sotto alla canicola". Se poi siete anche spiritualmente preparati, Halloween è in tavola!
Buona lettura!


Titolo: Racconti di Halloween. Per non dormire questa notte
Autore: Autori Vari
Editore: Einaudi
Anno di pubblicazione: 2006
Genere: Raccolta di racconti
Pagine: 371
Prezzo: € 14,80
Mostri, streghe, fantasmi, vampiri: nella notte di Halloween, quando il Male esce per strada, l'unica salvezza è chiudersi in casa e restare svegli e all'erta, raccontandosi storie di orrori che si spera di non dover mai affrontare. Perché se sono solo storie, come mai ci inquietano a tal punto? Se sono pura invenzione, perché ci suonano profondamente vere?
Da Poe a Bradbury, da Lovecraft a Matheson, passando per Benni, Cortázar, Buzzati e Moody, una raccolta dei racconti più spaventosi mai scritti, in cui l'unica costante è quel brivido, magnifico e insopportabile, che colpisce all'ultima riga, all'ultima parola.

4 commenti:

  1. Io invece opterò per "Giro di Vite" di Henry James ^^

    RispondiElimina
  2. L'ho visto lo scorso anno in biblioteca e mi attirava molto... ma in realtà per quest'anno ho già scelto la mia lettura "halloweenesca": "Halloween" di Eraldo Baldini, un bel saggio che credo recensirò a mia volta! Sarà per l'anno prossimo per questo volume di racconti ;-)

    RispondiElimina
  3. Bene, benissimo, questo libro mi manca e deve assolutamente entrare a far parte della mia biblioteca!
    Grazie per il consiglio,
    un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Messo in lista! :)
    Appena finisco il libro che sto leggendo sicuramente mi butterò in un libro horror!
    Per il periodo di halloween ci vuole proprio! ^^

    RispondiElimina