sabato 12 ottobre 2013

Recensione: The day we died di Giulia Menegatti

Titolo: The day we died
Autore: Giulia Menegatti
Editore: ZeugmaPad
Anno di pubblicazione: 2013
Genere: Racconto breve, Thriller
Pagine: 33
Prezzo: Gratuito
Avete mai desiderato rivivere un giorno dall'inizio alla fine? È quello che succede a Riley, costretta a ripercorrere la giornata in cui viene uccisa, il week end prima della consegna dei diplomi. Perché continua a svegliarsi la mattina del 18 giugno? Riuscirà a cambiare l'esito della serata?
Recensione: I primi vagiti di The day we died sono stati postati sul sito THe INCIPIT e da lì il passo al quarto d'ora di popolarità è stato breve, in neppure sei mesi è stato realizzato l'ebook. Questo racconto propone un tema già più volte affrontato nelle varie arti, esempi si riscontrano anche al cinema come la commedia romantica 50 volte il primo bacio, ma qui la situazione è tutt'altro che idilliaca. Nella narrazione affidata alla stessa Riley veniamo condotti a rivivere un singolo giorno, quello che probabilmente temiamo più di tutti gli altri, dove nel bel mezzo di una festa la vita giunge improvvisamente e brutalmente al capolinea.
L'appuntamento diviene quasi un rituale che in qualche maniera si è accettato e non vi si può sottrarre, tuttavia pian piano la giovane arriverà alla soluzione dell'enigma. Lo farà insieme al lettore, anche chi solitamente non apprezza il genere si ritroverà coinvolto tra le righe di una storia mozzafiato pur di venire a capo del mistero. Lo stile di scrittura è forse ancora un po' da affinare ma è fresco e accattivante, la lettura scorrevole, si legge d'un fiato e la conclusione non è per nulla affrettata e prevedibile. Volendo dirla tutta, i pentimenti sono impossibili. Poche pagine che racchiudono un piccolo emergente miracolo, una rapida lettura consigliata a tutti.
The day we died è scaricabile liberamente a scelta tra diversi formati su Smashwords.
Su THe INCIPIT la versione integrale già pronta da leggere.

9 commenti:

  1. Sembra intrigante! La trama mi affascina davvero, nonostante questo non sia un genere che leggo molto spesso! Credo tu abbia ragione, addirittura io potrei rimanerne affascinata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sono rimasta io che non ho mai letto thriller in vita mia :) e contavo di non farlo...

      Elimina
  2. Sembra bello, una storia un po' diversa dal solito! :)
    Lo leggerò presto! ;)
    Grazie mille per averci detto del sito in cui lo si può leggere!

    RispondiElimina
  3. Sei sempre molto carina a passare e commentare, io trovo che il tuo blog sia utile ed elegante.. a presto!

    RispondiElimina
  4. Un racconto molto interessante, sembra che abbia tratto ispirazione dal libro "Ricordati di me" di Christopher Pike dove la protagonista Shari viene uccisa durante una festa e poi deve indagare rivivendo il giorno della sua morte per capire chi è stato.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti sembrano somigliarsi molto! Non conosco questo libro, mi informerò.
      Grazie!

      Elimina
  5. Grazie per aver letto il racconto. E' stato uno dei primi che ho scritto l'anno scorso quando ho riscoperto il mio amore per la scrittura.

    RispondiElimina