giovedì 4 settembre 2014

Segnalazione: Fino alla fine della rete di R.V. Beta

Buongiorno! Desiderio esaudito, un'altra segnalazione :3
Questo è il romanzo d'esordio, autopubblicato, di un'autrice italica che preferisce firmarsi R.V. Beta anche se uno dei suoi sogni nel cassetto è "entrare un giorno in un negozio di elettrodomestici e tutte le televisioni mi salutano facendo il mio nome".
Acquistabile su Amazon, il libro punta a frantumare lo stereotipo del nerd maschio rivolgendosi ad un pubblico femminile che non disdegna tecnologia e videogiochi, vediamolo insieme:

Titolo: Fino alla fine della rete
Autore: R.V. Beta
Editore: Autopubblicato
Anno di pubblicazione: 2013
Genere: Romanzo, Fantascienza
Pagine: 255
Prezzo: € 2,68 (ebook)
Yuuki è una ragazza scappata di casa per vivere sulla propria pelle un'irrefrenabile curiosità per la vita e la tecnologia.
La sua ultima impresa di pirateria informatica l'ha riportata bruscamente dal mondo virtuale a quello reale, e ora è un obiettivo.
Daisuke è dotato di una fervida immaginazione, con la quale sconfigge le noiose giornate da impiegato di una multinazionale.
Qualcosa di speciale unisce Yuuki e Daisuke nella fuga che affronteranno insieme, o almeno così è come la vede lui.
L'inizio di una nuova vita per entrambi è una seconda occasione, la possibilità di lasciarsi tutto alle spalle, se troveranno la forza per sfidare gli incubi che li circondano.
Il debutto di R.V. Beta è il diario di viaggio di un gruppo di personaggi che dovranno presto imparare a non darsi mai per vinti, perché la realtà non è mai una sola...
Esistenze per nulla ordinarie e nessuno di cui potersi fidare fino in fondo: un invito a cambiare prospettiva.

Che ne pensate? A me, pur non amando particolarmente i videogiochi, intriga.

5 commenti:

  1. Uhh lho segnalato anche io ^--^ sembra così carino ^^

    RispondiElimina
  2. Be', direi che segnala due tendeze fuori e dentro la scrittura, cioè anche le donne sanno smanettare al pc, e l'autoproduzione è una delle strade più seguite nell'arte oggi.

    RispondiElimina
  3. A me più che altro non intrippa perchè non mi piacciono i libri scritti dagli orientali: è un pò come i russi, sono noiosi e pochissimi se ne salvano.
    E sul tema informatico niente da dire, è ancora un gran filone da cui attingere.
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'autrice è italiana, mi ha contatta via email!

      Elimina
  4. Ho visto questo libro in molti blog :3 sembra carino, ma aspetterò qualche recensione.

    RispondiElimina