martedì 17 febbraio 2015

Auguri a tutti i gatti del mondo

Oggi, 17 febbraio, è la festa nazionale del gatto. Nata nel 1990, la festa è stata proclamata dalla rivista Tuttogatto. Ma perché è stato scelto proprio il 17 febbraio per celebrare i nostri amici a quattro zampe? Semplice: la giornata è stata scelta con un referendum.
La proposta vincitrice fu quella della signora Oriella Del Col che motivò così la sua idea nel proporre questa data che racchiude molteplici significati:

- Febbraio è il mese del segno zodiacale dell'Acquario, ossia degli spiriti liberi ed anticonformisti come quelli dei gatti che non amano sentirsi oppressi da troppe regole.

- Tra i detti popolari febbraio veniva definito "il mese dei gatti e delle streghe" collegando in tal modo gatti e magia.

- Il numero 17, nella nostra tradizione è sempre stato ritenuto un numero portatore di sventura, stessa fama che, in tempi passati, è stata riservata al gatto la sinistra fama del 17 è determinata dall'anagramma del numero romano che da XVII si trasforma in "VIXI" ovvero "sono vissuto", di conseguenza "sono morto". Non così per il gatto che, per leggenda, può affermare di essere vissuto vantando la possibilità di altre vite.

- Il 17 diventa quindi "1 vita per 7 volte"!
(Fonte)

Con immenso piacere ho accolto la proposta del blog True Feline Good Blog di scrivere una dedica ai nostri compagni di vita e di coccole in occasione di questa ricorrenza. Sul blog, precisamente in questa pagina, troverete altri affettuosi messaggi e ops anche il mio vero nome. Qui però rimango e mi firmerò sempre Lumi e vorrei che restasse così.
Di seguito riporto la dedica per la mia Nerina, scribacchiata di getto in un momento d'ispirazione e sicuramente con qualche errore di sintassi ma dettata dal cuore. Ecco entrambe:


Chissà per quale motivo la tua scelta è ricaduta su di me,
l'ultima a vederti la prima volta nel retro casa
dove qualcuno aveva scelto di lasciarti a te stessa
con i tuoi futuri figlioletti.
Ancora mi domando perchè decidere di abbandonarti
quando non sei un'amante dei salumi,
forse la ragione era proprio il parto imminente.

Alla fine tutto è andato per il verso giusto,
i tuoi cinque terremoti hanno trovato amore in altre famiglie
e tu sei rimasta qui,
scegliendo di accompagnarti a me,
persino imitando alla perfezione qualche mia brutta abitudine!

Ti chiamo "mia"
con l'umana convinzione di esser stata io ad adottarti,
nell'istante in cui io divenivo "tua"
adattandomi alle tue esigenze e al tuo carattere
mentre le nostre anime si intrecciavano
incontrandoci non di rado anche la notte, in sogno.

Non ti ringrazio per dividere il tuo tempo con me,
lo faccio invece per il male tramutatosi per una volta in bene
permettendo il nostro incontro.
© Lumi

A tutti i pelosoni e fortunati possessori, buona festa del gatto!

7 commenti:

  1. Che bella cosa miciosa *-* loro ad adottare noi, effettivamente se ci pensi è vero.. è così, fanno quello che vogliono e poi a quest'ora hanno fame ;D

    RispondiElimina
  2. ... ed anche i miei cinque: Demian, Astra, Micio, Leon e Neve (Maya e Stellina, sono sepolte nell'orto insieme a Mila e d'estate sono coperte da uno splendido tappeto di margheritine arancioni, uno splendore per gli occhi di chi guarda). Un sorriso a tutto coloro che amano e proteggono gli animali come me.

    RispondiElimina
  3. Le dediche spontanee sono quelle che esprimono meglio un'emozione reale!
    Tra l'altro sono anche quelle che arrivano di più! Grazie di cuore per averci regalato queste meravigliose sensazioni! :)

    RispondiElimina
  4. Che bel post!^_^ Non conoscevo i motivi della scelta di questa data.

    RispondiElimina
  5. Brava Lumi e un applauso alla tua bellissima Nerina...
    Penso che Dio abbia creato i gatti per farci avere la possibilità di farci provare l'ebbrezza di avere tra le mani una bella pantera!
    Bacio!

    RispondiElimina